Roberto Linzalone: “Con Cinergia ci poniamo l’obiettivo di far apprezzare al pubblico differenti forme di cinema”

Roberto Linzalone: “Con Cinergia ci poniamo l’obiettivo di far apprezzare al pubblico differenti forme di cinema”

Nuovo appuntamento con la rubrica settimanale “Materpedia”, rubrica attraverso la quale, noi di Materainside, mettiamo in evidenza persone, iniziative ed eventi che risultano essere un punto di riferimento per la comunità lucana.

Oggi siamo felici di aver chiacchierato con l’artista Roberto Linzalone, creatore della rassegna “Il Cineclub del giovedì”, nonché Presidente dell’Associazione Cinergia. Linzalone vanta un ricchissimo di esperienze in campo  teatrale e cinematografico.

Come nasce l’associazione Cinergia? Quali sono i vostri obiettivi?

“CINERGIA nasce con l’intento di fornire alla nostra città un’offerta culturale specifica, quella di una proposta cinematografica di qualità. Attraverso la storica rassegna “Il Cineclub”, la selezione estiva della rassegna “Parco Murgia Film”, la rassegna “Lo schermo nascosto” riservata esclusivamente ai nostri soci e, da due anni, il recupero di film restaurati con la rassegna “Cinema in terrazza” la nostra associazione si pone l’obiettivo di portare il pubblico ad apprezzare differenti forme di cinema e a confrontarsi con il linguaggio cinematografico che va dai classici alle forme più innovative.”

E’ in corso la seconda edizione della vostra rassegna “Cinema in terrazza”. Quali sono stati i bilanci della prima edizione? Come è strutturata, invece, la seconda edizione?
“La prima edizione è stata per noi una scommessa che, inaspettatamente, si è rivelata vincente. Puntare su una selezione di film classici del cinema in versione restaurata, anche se rischiosa, ci è sembrata la cosa giusta perché ci permetteva di offrire al nostro pubblico la possibilità di apprezzare titoli fondamentali della storia del Cinema proiettati su grande schermo. La location della suggestiva terrazza del Museo di Palazzo Lanfranchi poi ha fatto il resto. Il pubblico ha dimostrato grande interesse e ci ha seguito con assiduità, spingendoci a realizzare la seconda edizione della rassegna che ha mantenuto la medesima struttura, ovvero sei film in edizione originale curati nel restauro da importanti laboratori come L’immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna.”

Basilicata, sempre più considerata “Terra di Cinema”. Crede che il mondo del Cinema può essere un settore di punta per la Regione? Come si potrebbe migliorare per conquistare questo traguardo?
“La nostra regione è terra di cinema dai lontani anni ’50 e negli ultimi tempi i set e le produzioni cinematografiche si sono moltiplicati in maniera esponenziale. In una terra come la nostra, spesso priva di realtà imprenditoriali forti, l’industria cinematografica è sicuramente un motore importante per lo sviluppo del territorio.
Adoperarsi per offrire professionalità specifiche legate al mondo della “settima arte” è sicuramente la carta vincente.”

Lei è un uomo di cultura, e come tale non può rimanere indifferente di fronte a Matera 2019: è
soddisfatto di come si sta evolvendo il progetto?
“Sarò sincero, non sono mai stato veramente soddisfatto di come la nostra città sin dall’inizio si è posta in relazione a questa importante opportunità. Ho colto e continuo a cogliere molta, a volte troppa, poca professionalità nell’offerta culturale. In questo ambito, intendo quello della cultura, mi sembra succeda ciò che quotidianamente vediamo accadere nel mondo delle strutture ricettive e della ristorazione: gente che, dalla mattina alla sera, si improvvisa operatore culturale così come gestore di un B&B o di un ristorantino. É indubbio che la nostra città offra potenzialità enormi, ma è altrettanto vero che queste potenzialità sono spesso mal utilizzate.”

Quali sono i vostri progetti futuri?
“Tornare al più presto a proporre la nostra rassegna “Il Cineclub” nel luogo che da sempre la ospita, ovvero il Cinema Comunale che da troppo tempo ormai è chiuso per ristrutturazione. Purtroppo la rassegna è stata ferma per l’intera stagione cinematografica 2017/18, lasciando orfano del cinema di qualità il pubblico di cinefili appassionati che da ventisei anni la segue fedelmente. Sicuramente lavoreremo alle future edizioni del “Parco Murgia Film” e del “Cinema in terrazza” perché crediamo che non possano mancare nel cartellone degli eventi del 2019 così come in quelli degli anni che lo seguiranno. In generale, nel futuro cinematografico di CINERGIA c’è sicuramente la volontà di continuare a proporre progetti che spingano il pubblico a dialogare con la forte valenza culturale di cui il Cinema è da sempre portatore.”

Guido Tortorelli per Matera Inside

Loading Facebook Comments ...