La parabola del Fuorisede Prodigo

La parabola del Fuorisede Prodigo

Adesso che tutti i fuorisede, o quasi, sono tornati a casa, le riunioni di famiglia sono all’ordine del giorno. Ed intendo anche riunioni in larga scala. Zii degli zii dei cugini dei nipoti del nonno della mamma della pro-zia del fratello che battezzò la sorella del cognato.. che al mercato mio padre comprò. E tu, caro fuorisede mio, devi rispondere, sì che devi, perché tu.. A chi appartieni? Tu che ti permetti di vivere fuori tutto l’anno, adesso che ti sei degnato di rimpatriare devi spiegare a tutti quale sia il tuo legame con questa terra e perché sei autorizzato a sottrarre l’ultima pettola nella scodella. Le nonne in questo sono un asso: presentano in mondovisione i loro nipoti che vivono lontani, manco se Milano fosse l’Alaska, e tu sei lì.. piantato davanti a volti visti solo nella foto ricordo del matrimonio del cugino di 4° grado di tua mamma a dire che sì, sei tornato a casa come fece il Figliol Prodigo!

Ma adesso quella pettola è mia!

Michela Barbone per Matera Inside

Loading Facebook Comments ...