21 Settembre 1943, Matera medaglia d’oro al valor civile

21 Settembre 1943, Matera medaglia d’oro al valor civile

Il 21 settembre 1943 rappresenta una data di fondamentale importanza per la storia della città di Matera. Questa data coincide con la ribellione della gente materana che ha causato la conseguente fuga degli oppressori nazisti dalla città, che si stabilirono per l’intero periodo della Seconda Guerra Mondiale. Matera è stata la prima città del Mezzogiorno a ribellarsi contro i tedeschi, per tale motivo la città è stata insignita della Medaglia d’Argento al Valor Militare. Un gesto eroico che ha consentito al popolo materano di riguadagnare la libertà. Il raggiungimento dell’obiettivo fu pagaro a caro prezzo con la nota sanguinosa strage di Matera. Essa è stata un crimine di guerra nazista compiuto durante l’insurrezione della città avvenuta il 21 settembre 1943, in cui persero la vita 26 persone di cui 18 civili.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito la medaglia d’oro al valor civile alla città di Matera per l’eccidio nazifascista del 21 settembre 1943.

“Durante gli ultimi giorni di permanenza dei tedeschi in città, la popolazione materana, sempre più esasperata dalle distruzioni, dai saccheggi e dai soprusi compiuti dagli invasori che si preparavano alla ritirata, si rese protagonista di atti di eroismo e di martirio per contrastare la violenza perpetrata dagli occupanti, sia nel centro urbano che nelle campagne, che causò rastrellamenti e numerose vittime innocenti. Splendido esempio di identità comunitaria e alto spirito umanitario, orientati ad affermare i valori di libertà e giustizia. Settembre 1943 – Matera”

Materainside

Loading Facebook Comments ...