Tursi: le bellezze storico-culturali dello splendido borgo lucano

Tursi: le bellezze storico-culturali dello splendido borgo lucano

Ci sono paesi, nella provincia materana, che sono meno conosciuti ai più dal punto di vista turistico-culturale, ma che hanno un potenziale da non far invidia a nessuno: uno di questi è Tursi, borgo arroccato tra i fiumi Agri e Sinni, che si colloca a circa 20 km dalle coste del Mar Jonio.

La prima tappa obbligatoria in un tour tursitano ideale è la Rabatana, la città vecchia fondata nel X secolo dai Saraceni; la Rabatana è un groviglio di casupole, vicoli scoscesi e gradinate tortuose che conducono a profondi precipizi, costellati di grotte scavate nell’argilla in epoche antichissime ed utilizzate nei secoli anche dai pastori come deposito e ricovero di animali. Da non perdere i ruderi dell’antico castello e la chiesa Santa Maria Maggiore in Rabatana (che custodisce un presepio in pietra del XVI secolo dell’artista lucano Altobello Persio).

La Rabatana (Fonte immagine: web)

Fuori dall’abitato tursitano, seguendo la provinciale Tursi-Policoro, si colloca il Santuario Santa Maria di Anglona, monumento nazionale dal 1931; il santuario, edificato tra l’XI e il XIII secolo, è un capolavoro di architettura medioevale sacra, come traspare dal portale sovrastato da sculture che raffigurano l’Agnello con gli Evangelisti e dall’abside, con i suoi delicati archetti pensili. Nell’area su cui sorge il Santuario fu fondata nel 1000 avanti cristo la città di Pandosia, distrutta intorno al 75 avanti Cristo.

Santuario Santa Maria di Anglona (fonte: web)

Per gli amanti della cultura non può mancare una visita al Parco Letterario “Albino Pierro”, dedicato al poeta nato nel 1916 proprio a Tursi candidato per ben 2 volte al Premio Nobel per la Letteratura. Il Parco, ambientato nella casa natale del poeta lucano, comprende anche una mostra permanente di dipinti di artisti lucani come Nino Tricarico e Antonio Masini, i quali si sono ispirati alle poesie dell’illustre poeta tursitano.

Albino Pierro (fonte: web)

Amici di Matera Inside, non fatevelo solo raccontare!

Matera Inside

Loading Facebook Comments ...