Porta Pistola

Porta Pistola

Con la denominazione di Porta Pistola o “Pert P’stèl”, in vernacolo materano, viene indicato uno slargo lungo via Madonna delle Virtù che rappresenta il punto d’incontro tra i due Sassi, Barisano e Caveoso.
L’origine del nome è da far risalire all’epoca medievale, poiché proprio in questa zona era presente una delle porte di accesso alla città, che veniva chiamata Postergola, da Post Tergo, ovvero porta di accesso retrostante: in effetti questa porta collegava la città di Matera al Torrente Gravina. E’ possibile vedere nel piazzale i resti del convento di Santa Lucia alla Civita di cui rimane solo un portale a testimonianza della sua antica funzione. Oggigiorno, da Porta Pistola è possibile ancora dirigersi verso il fondo della Gravina e attraversare un odierno ponte tibetano che permette di collegare i due lati del Canyon.

ENGLISH VERSION

Porta Pistola is an area of the Sassi in between the Sasso Barisano and the Sasso Caveoso. This area is located along the road called Via Madonna delle Virtù which represent the meeting point of the Sasso Barisano and the Sasso Caveoso. The origin of the name belonged to the Medieval period, since in this area there was one of the gate of the town called Porta Postergola from the latin ” Post Tergo” which means access from behind; this gate, indeed, connected the town of Matera to the ravine Gravina di Matera. Nowadays it is possible to see there the remains of the Saint Lucy at the Civita convent and precisely the main gate which reminds to its former purpose. Today Porta Pistola is the access place to the bottom part of the Gravina Cayon where it has been built a tibetan bridge that gives access to the other side of the ravine and therefore allows to reach the top of the area called Belvedere.

Materainside

Loading Facebook Comments ...