Matera, Terra di Arte: anche Diavù firma la sua presenza nella Città dei Sassi

Matera, Terra di Arte: anche Diavù firma la sua presenza nella Città dei Sassi

All’interno della meravigliosa cornice del primo festival dedicato alla Street Art e alla cultura, organizzata dalla Momart Gallery di Matera in collaborazione con il CNA e il patrocinio del Consiglio Regionale della Basilicata, del Comune di Matera e della Fondazione Matera-Basilicata 2019, la Città dei Sassi si conferma, per l’ennesima volta, Terra di Arte e degli Artisti.

Nella settimana dal 21 al 26 giugno 2016, nel quartiere di Piccianello a Matera, presso il mercato ortofrutticolo “Le Botteghe”, Matera sta accogliendo un mix emozionante di arte, colori e forme.

Un’esplosione di creatività ha invaso la Capitale europea della cultura 2019 con l’obiettivo di riqualificare e rendere vivi spazi comuni. La città dei Sassi offre accoglienza ad ogni tipo di attività ed evento culturale. Matera possiede un enorme potenziale di sviluppo straordinario e sta percorrendo la direzione giusta, infatti è diventata terra di richiamo per l’arte e gli artisti.

Nella giornata di ieri 23 Giugno, i tanti curiosi hanno potuto ammirare all’opera il celebre artista  David Diavù Vecchiato, il quale rientra i massimi esponenti di arte urbana sul territorio nazionale, Diavù è tra l’altro curatore del progetto M.U.Ro, Museo Urban di Roma, oltre che della rubrica Ri-Fatto del Fatto Quotidiano e della serie dei documentari sulla Street Art “Muro” per Sky Arte.

Diavù ha firmato la sua presenza a Matera: ieri si è inaugurata negli spazi ipogei di Momart Gallery la mostra “DiavùOnTheRocks”.
La mostra si propone come corollario ideale della performance che l’artista terrà nel mercato di Piccianello, ove dipingerà giorno e notte su un muro anonimo cittadino, dandogli infine dignità di opera d’arte. In galleria, invece, vedremo opere che hanno come soggetto icone (Marilyn, il David) o animali (il gorilla, il giaguaro, il pesce) fino al celeberrimo “Che” piangente, loggato Nike, ormai famoso a livello planetario.
«Immagini senz’anima – dichiara l’artista – icone svuotate di senso proprio, poiché hanno un senso che gli ha tramandato l’immaginario collettivo, mentre degli animali si afferma stupidamente che non abbiano anima…».
L’esposizione, fiore all’occhiello del palinsesto dell’Urban Street Art Matera Festival.

Che altro aggiungere? Un evento ricco di arte qui nella Capitale Europea della Cultura: sicuramente un binomio vincente!

Materainside

Loading Facebook Comments ...