Matera: il design in mostra con Alessi

Matera: il design in mostra con Alessi

Si è svolta a Matera nella splendida cornice dello showroom di Caliainteriors l’inaugurazione di una mostra che rimarrà aperta al pubblico dall’8 giugno al 4 agosto 2019.
Questa esposizione si colloca nel ricco calendario di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura come ha testimoniato la presenza di Salvatore Adduce, presidente della Fondazione Matera 2019.
La presentazione dell’evento è stata curata da Saverio Calia, fondatore di Caliainteriors, e da Francesca Appiani, direttrice del Museo Alessi, i quali ne hanno sottolineato l’elevato valore culturale. L’operazione di fusione tra architettura e design, iniziata negli anni ‘70 per volere di Alberto Alessi e Alessandro Mendini, ha infatti portato all’elaborazione di vere e proprie sculture.
Ciascuna delle opere, rigorosamente in argento e impreziosita con altri materiali pregiati come l’avorio, è stata realizzata in soli 99 esemplari.
L’idea di base è stata la progettazione, da parte di un gruppo di architetti, non di un edificio bensì di un oggetto di design di importanza storica, quale può essere un servizio da tè o caffè, mediante il connubio tra l’estremamente antico e l’avanguardia in architettura.
“Il servizio da tè e caffè è concepito come una piccola piazza: è un vassoio che circoscrive uno spazio e gli elementi sono gli edifici. Gli architetti hanno dovuto disegnare delle piazze per le tavole” dice Francesca Appiani, spiegando la genesi del titolo, non troppo serioso, di questo progetto: Tea Coffee and piazza. Negli anni 90 si è aggiunto il termine towers, in seguito all’evoluzione del concept della piazza, che i progettisti hanno ripensato in senso verticale.
Dunque lo scenario che si apre davanti agli occhi del visitatore è una piccola galleria d’arte, dove oggetti di uso quotidiano diventano gioielli, pezzi unici da ammirare e collezionare, micro-architetture da tavola, in cui funzionalità e bellezza si armonizzano perfettamente nella luce nuova del design d’autore.

I 12 progettisti che hanno concepito le opere esposte sono: Michael Graves, Richard Meier, Alessandro Mendini, Aldo Rossi, William Alsop, David Chipperfield, SANAA/ Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa, Doriana O. Mandrelli e Massimiliano Fuksas, Toyo Ito, Tom Kovac, Jean Nouvel, UNStudio/ Ben van Berkel + Caroline Bos.
Matera in questi giorni è collegata da un fil rouge ad altre due “Capitali Europee della Cultura” come Parigi e Barcellona, dove sono state promosse mostre dallo stesso tema.

Stefania Ianniello
© Photo: Fabio Macchia