“Matera, Capitale di Solidarietà”: Rete degli Studenti Medi di Matera promuove raccolta libri

“Matera, Capitale di Solidarietà”: Rete degli Studenti Medi di Matera promuove raccolta libri

La Città di Matera continua ad impegnarsi nelle iniziative di solidarietà nei confronti delle popolazioni fortemente colpite dal sisma e dalle tremende condizioni climatiche.

Con orgoglio, infatti, vi abbiamo segnalato un nuovo progetto di solidarietà dal nome “Capitale di Solidarietà” (clicca qui per maggiori approfondimenti), che è in programma per Domenica 5 febbraio dalle ore 17 presso Casa Cava, in via San Pietro Barisano 47 a Matera.

La Casa Editrice Giannatelli si rende capofila di una maratona di solidarietà per dare sostegno alle popolazioni colpite dal sisma e dal maltempo in Centro Italia.

 

Anche la Rete degli Studenti di Matera prenderà parte all’iniziativa:

“L’associazione studentesca Rete degli Studenti Medi di Matera, ha aderito al progetto “Matera, Capitale di Solidarietà” a favore delle popolazioni in difficoltà a causa del terremoto, portando un contributo per i ragazzi di quell’area.

Le recenti scosse di terremoto, registrate nel centro Italia, hanno fatto riflettere sulla precarietà di ciò che noi diamo per scontato nella nostra vita: una stanza, una casa, un letto, i nostri libri, il cibo.

Ed è per essere vicino a tutti coloro che hanno visto la propria vita cambiare così drasticamente che la Rete degli Studenti Medi di Matera ha deciso di iniziare una raccolta di libri, CD, poster e qualunque cosa possa aggiungere un’ombra di stabilità nelle vite dei ragazzi.

Perciò, chiunque abbia voglia di donare qualsiasi cosa, anche solo una lettera per dare il via ad un possibile gemellaggio, può farlo presso Parblè Art-ecò, alla discesa di San Vito.

La Rete degli Studenti Medi parteciperà all’evento di domenica 5 Febbraio, presso la Casa Cava alle ore 17.00 e anche in quell’occasione sarà possibile lasciare il proprio contributo.

Speriamo che questo sia un evento che sensibilizzi i ragazzi all’empatia verso chi ha dovuto trovarsi in situazioni più grandi di loro e che ora non fanno altro che rivendicare una vita normale, fatta di scuola, compiti, svago, amici”.

Comunicato ufficiale Rete degli Studenti Matera.

Materainside

Loading Facebook Comments ...