Luca Tamburrino: “Tornate in Basilicata con il cuore”

Luca Tamburrino: “Tornate in Basilicata con il cuore”

Nono appuntamento con Sei Forte Matera. Oggi vi presentiamo un ragazzo giovanissimo: Luca Tamburrino. E’ il responsabile dei servizi di informazione ed orientamento al lavoro, programmi europei del Comincenter di Matera, dove ricopre anche il ruolo di Career Counsellor per il programma Your First Eures Job in Basilicata. Project Manager della formazione sulle nuove professioni all’interno del Community Information Center di Matera dall’aprile del 2013. Inoltre, è un Social Recruiter certificato da Social Talent – società leader nella formazione dei social recruiter in Europa. Insomma, tanta carne al fuoco. Ringraziamo Luca per l’ampia disponibilità dimostrataci e per l’appello finale che ha voluto fare ai giovani che abbandonano sempre più questo territorio.

Come è nata la tua passione per il tuo mestiere, cioè informazione ed orientamento al lavoro, programmi europei?

La mia passione è nata a 14 anni quando sono entrato per la prima volta all’interno dell’Informagiovani di Via Ridola, gestito dalla Coop. Il Sicomoro. Lì ho capito che quello che volevo fare si trovava tra tutte quelle informazioni e persone. Non mi sono mai iscritto all’università per scelta perché ho ricercato il modo migliore in diversi paesi dell’UE, attraverso vari lavori e programmi europei di mobilità giovanile ed internazionale, di sviluppare la mia idea che era legata alla creazione di un nuovo modello sulla ricerca di  nuove opportunità di lavoro.

Come è nata l’attività del Comincenter di Matera in cui attualmente operi?

Il Comincenter è nato il 30 luglio 2014 grazie ad Universosud ed in collaborazione con l’Università degli studi della Basilicata e il Comitato Matera2019. Il Comincenter nasce dall’idea e necessità di creare in Italia un nuovo modello formativo sulla ricerca attiva del lavoro. Perché dico formazione e ricerca attiva? Negli ultimi 3 anni i trend sulla qualità di ricerca e candidatura di nuove opportunità lavorative da parte dei ragazzi italiani sono spaventosamente mediocri e negativi. I peggiori CV e le peggiori modalità di candidatura arrivano proprio dal nostro paese perché non è mai stata una vera formazione (universitaria e non) su questi argomenti di notevole importanza per la vita di ogni studente e lavoratore. Inoltre, in Italia, riscontriamo uno dei dati più alti in tutta Europa sulla ricerca passiva del lavoro, ciò significa che sono tante le persone che non cercano o fanno finta di cercare un nuovo lavoro. Dall’altro canto la maggior parte delle persone che cerca dalla mattina alla sera non lo fa effettivamente secondo nessun metodo e criterio. Il Comincenter è nato proprio per questo motivo. Educare ed insegnare ad ogni ragazzo processi di ricerca e candidatura davvero originali dove consideriamo il CV uno strumento quasi obsoleto visto che gli stessi recruiters (93%) assumeranno nel 2016 tramite i social media e lo stesso LinkedIn. Il mondo del lavoro è cambiato, quello della ricerca di un nuovo si sta costruendo proprio ora. Per questo motivo abbiamo creato il JobLab, processo di formazione obbligatorio, per tutte quelle persone che sono alla ricerca di un nuovo lavoro in Italia e nei vari paesi dell’UE. Il JobLab è un viaggio intenso e prevede molte tappe, infatti, ci sono 10 lezioni di 5 ore l’una, dove, ogni mese possono accedere massimo 12 persone in aula. Andiamo a lavorare sensibilmente sulle loro key skills, profile statement, sul loro CV, Cover Letter e Follow-up ma soprattutto andiamo a creare i migliori profili online utilizzando, in media, più di 15 social media. Ci innamoriamo di LinkedIn e vediamo quante opportunità ci sono legate alle ricerche specifiche di ogni candidato utilizzando nuove piattaforme web&mobile, linguaggi semplici di programmazione, ricerche X-Ray e stringhe di ricerca avanzata. Concludiamo il tutto con la simulazione del colloquio di lavoro e Video CV. Questo processo ha permesso negli ultimi 18 mesi al 70 % dei nostri utenti di trovare un nuovo lavoro sia in Italia che in Europa. Il Comincenter è anche un centro di formazione sulle nuove professioni digitali. Nel 2020 avremo circa un milione e mezzo di offerte lavoro legate a questo settore e i miss-matching tra aziende e candidati continuano ad aumentare perché i candidati non hanno le giuste competenze tecniche e digitali. Abbiamo formato più di 150 ragazzi nei diversi settori del digitale, del 3D e del marketing dove i docenti sono lucani, under 35 e grandi talenti nel proprio settore di competenza. Questa è la nostra filosofia di fare rete in Basilicata, una terra che non può più permettersi di perdere il valore dei tanti talenti e della loro creatività.

Secondo te Matera è il contesto giusto per questo tipo di struttura e lavoro?

Bella domanda! Viviamo in una delle città più belle del mondo con una grande qualità di vita, ma è un contesto difficile, bisogna essere onesti. Per onestà dobbiamo anche dire che generalmente c’è poca voglia di mettersi in gioco. Penso che il vero male del nostro territorio sia rappresentato incredibilmente proprio dai ragazzi e dalla tanta inattività e poco entusiasmo nel credere nei propri progetti e capacità. In questo momento in Basilicata si produce lo 0,01% di creazione di imprese giovanili (under 35) nel settore del digitale e dell’ innovazione. Siamo l’ultima regione in Italia e questo dato che non cresce a differenza di altre regioni mi preoccupa davvero tanto.  Non possiamo più permetterci il lusso di non rischiare, di non creare nuovi lavori e nuove realtà imprenditoriali.

Matera 2019 può fare da deterrente per la creazione di nuovi posti di lavoro?

Sarebbe stupido e banale affermare il contrario, ma allo stesso tempo penso che tutti noi dovremmo domandarci come e quando creeremo noi nuovi scenari professionali per la nostra città che ha ricevuto una nomina così prestigiosa per tutto il continente europeo.  Vado leggermente controcorrente per dirti che siamo sempre noi che aspettiamo una bellissima opportunità, forse la migliore, che caschi direttamente sui nostri piedi. Abbiamo, ora più che mai, di cominciare a correre per la nostra città. Dobbiamo essere noi a creare qualcosa di magico ed originale per la nostra città. Faccio un appello a tutti i nostri ragazzi e talenti che vivono attualmente fuori e che allo stesso tempo sognano ogni giorno di ritornare a vivere nella loro bellissima città. Questa città ha assolutamente bisogno di voi. Vedo Matera come una grande mamma, pronta a riprendersi i propri figli perché deve essere seriamente accudita. Dobbiamo preservare il grande patrimonio e i grandi benefici che questa città ci offre creando nuovi scenari lavorativi. Credo, fortemente, che l’entusiasmo, le competenze, il cuore e soprattutto la bontà di offrire a noi stessi e all’intera comunità un futuro diverso rappresentino i valori del grande riscatto umano e professionale dei nostri grandi ragazzi. Spero, vivamente, che smetteremo di costruire attorno a noi muri e di coltivare solo il nostro orto. In questo la nostra generazione è completamente spaccata.

Progetti futuri personali e per il centro?

I prossimi 30 anni per Universosud e il suo Comincenter saranno davvero importanti, infatti, dopo essere diventati Consorzio dell’Università degli Studi della Basilicata, “ConUnibas”, abbiamo l’obbligo morale e professionale di creare nuovi modelli formativi all’avanguardia legati al mondo del lavoro e del digitale. Da qui devono continuare ad uscire i migliori jobseekers ed imprenditori lucani del futuro. Oltre al lavoro di tutti i giorni abbiamo in cantiere 4 progetti molto importanti che saranno online nei prossimi giorni.

 

Chiudo, ringranziandovi per questa grande opportunità e questa bella attenzione che ci avete dimostrato, oltre, a comunicarvi che nonostante non riesco mai a leggere con costanza il vostro sito vi faccio i miei più sinceri complimenti per il grande lavoro che avete realizzato negli anni. Questo territorio ha assolutamente bisogno di voi. Non so se ritornerete, ma se deciderete un giorno di fare questa scelta fatelo pensando con il vostro cuore che comunque vi tiene ancora legati a questa città. Create e cercate di mettere da parte le pretese verso qualcuno o qualcosa. Siate liberi di sbagliare e di realizzare nuove prospettive per la terra che amate.

 

Matera Inside

 

 

 

 

 

 

 

 

Loading Facebook Comments ...