La storia di Matera nel battito di “Cardium”

La storia di Matera nel battito di “Cardium”

Sabato 17 giugno alle ore 20,30, nel cortile dell’Ex Ospedale di San Rocco, il C.P. per il Club per l’UNESCO di Matera organizza una serata conviviale per incentivare la fase di formazione del Progetto CARDIUM, presentato nel marzo scorso insieme ai volontari dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato (ANPS) grazie alla generosità di Geert Camerlinckx, l’imprenditore belga che ha sostenuto e finanziato il progetto fin dall’inizio e, in seguito, di altri imprenditori ma anche di cittadini materani che hanno voluto aderirvi attraverso offerte.

Verrà proiettato il video “Matera…Tasselli di storia, persone e personaggi” realizzato da Eustachio Nino Vinciguerra: un emozionante, commovente e appassionato percorso storico, sociale e antropologico nella storia di Matera attraverso persone comuni e personaggi celebri. Rielaborata e arricchita, l’opera racconta la storia di Matera attraverso persone comuni e personaggi celebri, una storia che coinvolge tutti direttamente o indirettamente e che ha come protagonisti volti noti, volti dimenticati, volti di nostri conoscenti, amici e familiari.

Il progetto Cardium è giunto alla sua fase più complessa, ossia quella della formazione degli operatori per l’utilizzo dei dieci defibrillatori – già acquistati- che copriranno a breve l’intero circuito dei Sassi di Matera. I corsi di abilitazione impartiti dai volontari dell’ANPS stanno coinvolgendo non solo operatori turistici ma anche comuni cittadini nelle simulazioni e nelle pratiche di rianimazione e primo soccorso. I corsi sono gratuiti e durante la serata ne verranno riferite le modalità di partecipazione e di iscrizione, auspicando la corretta diffusione di un progetto che si fa esempio di educazione alla cittadinanza e di senso di umanità nella cornice della Città dei Sassi.

L’ingresso è gratuito. A fine serata Geert Camerlinckx offrirà una degustazione della birra da lui prodotta tra il Belgio e Castelgandolfo, chiamata in omaggio alla città “La Bruna di Matera”. Sono in fase di strutturazione un impianto locale ma anche una piantagione di luppolo in agro di Matera, perché la produzione possa realizzarsi proprio nella terra cui la birra è dedicata.