Irsina: si è svolto ieri il CoderDojo proposto sulla Community di Matera 2019

Irsina: si è svolto ieri il CoderDojo proposto sulla Community di Matera 2019

I CoderDojo, come riportato sul sito web CoderDojo Italia, sono “club gratuiti il cui obiettivo è l’insegnamento della programmazione informatica ai più piccoli“; la parola deriva da coder (colui che scrive codici per i computer) e dojo (luogo dove si svolgono gli allenamenti delle arti marziali). Esso, quindi, non è altro se non un evento nel corso del quale bambini fra gli 8 ed i 12 anni imparano a scrivere programmi per computer, passando così da utenti passivi del digitale ad utenti attivi. In fase di candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura del 2019, nella città dei Sassi si è tenuto il CoderDojo più grande mai fatto in Italia, sotto la regia del digital champion Piero “Piersoft” Paolicelli.

Quell’evento da record fu partorito dalla community online di Matera 2019, che è tornata qualche mese fa con una veste rinnovata e più coinvolgente. Anche questa volta, dalla community online di Matera 2019 si è sviluppata un’idea che ha come protagonista il CoderDojo: il luogo prescelto in questo case è stato Irsina, centro molto attivo della provincia materana.

Ad Irsina, 10 anni fa ha deciso di trasferirsi l’inglese Becky Riches, che nel borgo lucano ha sviluppato un progetto di turismo sostenibile, Lucania Living, incentrato sulla rivitalizzazione del centro storico d’Irsina attraverso l’arrivo di nuovi residenti non italiani. Tra le persone che hanno deciso di vivere ad Irsina spinte da questo progetto ci sono Ann Cahill, una giornalista pensionata di origini irlandesi e Jan Taljaard, un grafico e web designer norvegese che ad Irsina svolge la sua attività per clienti internazionali.

Ebbene, proprio queste 3 persone, unitamente al Comune di Irsina e all’Istituto Comprensivo Statale del borgo materano, hanno proposto sulla community l’evento, che si è svolto nella giornata di ieri con il sostegno organizzativo della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e con la supervisione dello stesso “Piersoft” Paolicelli. Il CoderDojo di Irsina ha coinvolto ben 160 allievi dai 9 ai 13 anni, ed è servito ad avvicinare i ragazzi del piccolo borgo al mondo del digitale, un vero e proprio universo che se utilizzato bene può generare anche dei posti di lavoro di prestigio pur non allontanandosi dal paese d’origine.

Di seguito vi proponiamo qualche scatto dell’evento di ieri, pubblicati su Facebook da Godstime Okojie:

Fonte immagine in evidenza: profilo Facebook di Godstime Okojie

Fabio Rizzi per Matera Inside

 

Loading Facebook Comments ...