Il guardaroba su misura per te: l’idea tutta lucana di Monica Calicchio

Il guardaroba su misura per te: l’idea tutta lucana di Monica Calicchio

Bentornati ad un nuovo appuntamento con Materpedia, oggi ci occupiamo del sogno di ogni donna: creare il proprio guardaroba personalizzato  aggiungendo dettagli e particolari per rendere il capo di abbigliamento unico dalla lunghezza delle maniche alla forma del colletto, ai giochi di colore per le tasche; scegliere la vestibilità di un capospalla o di una camicia (liscia, a balze, con coulisse in vita) e personalizzarli con centinaia di accessori come fiocchi, bande e bottoni.

Il mondo della moda ricercato che interessa da sempre la nostra nazione e non solo, per permettere in particolare alle donne di sentirsi bellissime nei loro capi di abbigliamento, possiede una storia e una tradizione che trova difficilmente eguali in altri settori di business. La difficoltà maggiore consiste da sempre nell’individuare forme di innovazione di processo, sottolineato dal passaggio dall’haute couture al prêt-à-porter, quando emerse un sistema industriale più creativo rispetto alla confezione e più accessibile rispetto alla couture. È così anche oggi, in un mercato in cui la consapevolezza del consumatore lo rende attento alla qualità e la diffusione di soluzioni innovative spinge alla valutazione attenta anche dei costi.

Proprio a questo tipo di esigenze ha cercato di applicare soluzioni tecnologiche nuove Monica Calicchio, CEO & Founder di Tailoritaly, la prima piattaforma online per personalizzare e acquistare capi di abbigliamento made in Italy. La materana, classe 87, formatasi tra Milano e la Washington university di St.Lois, si specializza nell’ambito del management legato al fashion luxury. Dopo diverse esperienze all’estero legate al mondo del customer e dell’ e-commerce crea Tailoritaly  in cui unisce le specificità geografiche di ciascuna fase della filiera produttiva del fashion italiano con la tecnologia, permettendo di personalizzare i capi prêt-à-porter attraverso un configuratore digitale, per riceverli direttamente a casa propria, ad un costo accessibile.

Per conoscere come è nata questa startup e gli sviluppi futuri di un progetto che vuole portare alta la bandiera del made in Italyall’estero, ho fatto qualche domanda a Monica.

Monica come è nata questa idea?

Inizio con il raccontarti com’e’ nata Tailoritaly. L’idea e’ nata da me, mentre ero in Australia quattro anni fa e lavoravo per l’e-comerce australiano The Iconic. Da li e per i successivi due anni, mi sono focalizzata sul trend della personalizzazione e del country of origin. Ovvero che i clienti volessero da un lato rendere piu’ unico il capo di abbigliamento per esprimere il proprio gusto, e dall’altro l’importanza di avere un prodotto etico e di qualità.

Successivamente mi sposto in Germania dove lavoro sempre in moda e-commerce ma nel frattempo partecipo al contest TIM WCAP con Tailoritaly che vinco

mi licenzio e trasferisco a Milano tre anni fa. Da allora inizio a creare il team, i miei attuali soci Giuseppe Giammetta ( materano), Francesco Leone e Marco Minutoli ed iniziamo la storia attuale di Tailortialy.

Come ha reagito il mercato italiano e le differenze se ci sono state tra nord e sud

La nostra terra ha dato feedback positivi? Se si quali, se no come si potrebbe intervenire?

Le difficolta’ sono quelle di entrare in un mercato estremamente competitivo, con poco budget a disposizione rispetto ai giganti del fashion, con un prodotto digitale e personalizzabile

il mercato sta reagendo bene perche’ risponde alla personalizzazione, a prodotti di qualità a prezzo abbordabile.

Il nord Italia risponde molto meglio, cosi’ come iniziano a rispondere Francia ed Inghilterra.

Matera purtroppo no, a parte evidentemente famiglia stretta.

Un anno fa abbiamo venduto la maggioranza al gruppo Miroglio, lo stesso dei brand Motivi, Oltre e Caratcter, che oggi detiene la maggioranza di Tailoritaly.

Matera capitale della cultura 2019 come potrebbe aprirsi ancora al mercato? È per voi una vetrina al pari di altre attività?

Matera 2019 al momento non e’ nei nostri programmi, ma ci piacerebbe lo fosse se ci fossero delle possibilita’ concrete ed interessanti.

Quali sono le vostre ultime novità?

Ultimamente abbiamo lanciato il ricamo per rispondere meglio alle esigenze di personalizzazione del prodotto in base alle richieste delle nostre consumatrici pertanto da settembre ogni capo della collezione sara’ ricamabile. 

Francesca Lorusso per Materainside

Loading Facebook Comments ...