Giovanni Volpe: “Con Matera 2019 cambiamento e innovazione”

Giovanni Volpe: “Con Matera 2019 cambiamento e innovazione”

Sedicesimo appuntamento con “Sei Forte Matera”. Quest’oggi abbiamo intervistato per voi un materano che si divide tra Milano e Bologna, è amministratore unico di una società di sviluppo organizzativo, Comites e ha fondato nel 2013 con un suo amico materano, l’associazione che si occupa di start up e cultura d’impresa, Manifattura delle Idee. Il 3 giugno scorso hanno ospitato in Casa Cava. Si tratta di Giovanni Volpe. Lo ringraziamo per la disponibilità dimostrataci.

Come è nata la passione per il management?

Nel mio caso parlerei davvero di passione mossa da: curiosità, novità continue, voglia di cercare sempre nuove soluzioni, possibilmente creative. Ho sempre avuto un’idea del lavoro che si potesse costruire strada facendo, fondato su nuovi progetti, creativo, propositivo e teso a generare crescita e sviluppo sia delle organizzazioni sia delle persone, con una esperienza personale in continua evoluzione, ogni volta alimentata da nuove opportunità. E’ un approccio di lavoro dinamico e continuamente diverso, ricco così sempre di nuovi stimoli.

Sei Amministratore Unico di Comites, una società per lo sviluppo organizzativo. Quali obiettivi si pone?

Comites nasce 18 anni fa con l’obiettivo di accompagnare il cambiamento organizzativo in tutti i momenti caratteristici della vita di una impresa: dalla sua nascita, alle fasi di crescita, alle crisi. Il nostro approccio valorizza da un lato le peculiarità dell’azienda (i suoi punti di forza), dall’altro è orientato ad introdurre modelli organizzativi efficaci ed efficienti, ad elevare le competenze delle persone (la principale risorsa aziendale) e a definire strategie di crescita e di sviluppo sostenibili. Dai percorsi di sviluppo organizzativo, agli interventi per ottimizzare ed efficientare i processi, alle azioni di formazione, tutto è curato con modalità che mirano ad ottenere risultati concreti, utili ed in tempi relativamente brevi.

Sei materano, ma vivi tra Milano e Bologna. E’ più facile occuparsi del tuo settore al Nord?

Oggi il sistema dei servizi e la consulenza di direzione in particolare vivono una fase di ripensamento, al passo con i cambiamenti dei mercati e delle organizzazioni. Si stanno sperimentando nuove formule di assistenza, supporto e servizio che rendono il cliente sempre più protagonista, si muovono intorno ad obiettivi con una ricaduta più immediata ed operativa: il cliente oggi “misura” la consulenza sui risultati ottenuti e non sulle prestazioni ricevute. In questo senso non parlerei di differenze tra Nord e Sud, poiché le esigenze delle imprese sono le stesse, bensì di diversità nell’approccio. Le imprese medie e grandi sono più abituate a dialogare con la consulenza perché più strutturate; al contrario le piccole imprese, che avrebbero maggiormente necessità di essere supportate e di crescere, sono più reticenti.

Cosa pensi dell’opportunità di Matera 2019?

Matera 2019 è una opportunità straordinaria per la città e per tutto il territorio. Occorre cogliere di questo evento non solo gli aspetti legati al flusso di visitatori e turisti che ciò provocherà, ma soprattutto l’attenzione verso una città ed un territorio che oggi possono essere conosciuti da tutta Europa e dal resto del mondo. In questo tutti i soggetti attivi: le istituzioni, le imprese, il sistema economico e sociale devono raccogliere la sfida partendo da due concetti base che viaggiano in parallelo: il cambiamento e l’innovazione. Oggi più che mai si necessita di attuare cambiamenti di ogni genere, dall’approccio personale: teso ad accogliere e ad attrarre, all’approccio di lavoro: più globalizzato e meno localistico, all’approccio verso le opportunità: bisogna intercettarle e coglierle. Tutto questo si può attuare se c’è una base culturale pronta a recepire ed un sistema economico e sociale sensibile, proattivo, flessibile e dinamico.

Nel 2013 hai fondato con Biagio Cicchetti, un’associazione che si occupa di start up delle imprese e cultura d’impresa, Manifattura delle Idee. Ha sede a Matera e il 3 Giugno avete promosso un incontro pubblico a Casa Cava con Giovanni Rana. Quale tipo di apporto volete dare con l’associazione al territorio?

L’associazione MANIFATTURA DELLE IDEE nasce con due obiettivi: promuovere lo start up delle imprese e stimolare la cultura d’impresa. Il primo obiettivo è stato raggiunto con la prima edizione del Premio Start Up Nuove imprese che lo scorso anno ha assegnato a 3 nuove Idee di impresa 3 premi in denaro. I premiati hanno oggi hanno avviato le imprese, assistite da MANIFATTURA DELLE IDEE che ha loro riservato 40 ore di supporto gratuito. Riguardo il secondo obiettivo abbiamo avviato la rassegna L’IMPRESA DAL VIVO che ha lo scopo di realizzare una serie di incontri con imprenditori, professionisti e startupper per stimolare il dibattito e il confronto sui temi che riguardano la cultura d’impresa, dalla viva voce di testimonial di successo. Lo scorso 3 Giugno abbiamo avuto il piacere di ospitare Giovanni Rana, oggi considerato il più popolare imprenditore italiano. La sua simpatia, positività e semplicità hanno caratterizzato il Talk About a Casa Cava, con un pubblico attento ed incuriosito che ha saputo stimolare l’ospite con numerose domande. Giovanni Rana è partito da Matera volendo ringraziarci della strordinaria accoglienza, spendendo parole di grande apprezzamento per la gente di Matera e per la nostra terra che ha definito “benedetta da Dio”.

Progetti futuri personali?

Sembrerà strano ma risponderei: rimettermi in gioco completamente, cogliendo nuove sfide!

 

Matera Inside

Loading Facebook Comments ...