Emanuele Taccardi: “Terra difficile, ma voglio restare qui”

Emanuele Taccardi: “Terra difficile, ma voglio restare qui”

Diciottesimo appuntamento con la nostra rubrica. Quest’oggi abbiamo intervistato per voi un fotografo molto talentuoso della nostra città, un 21enne che ha già all’attivo collaborazioni importanti con lo speciale tg1 e l’Expo di Milano, si occupa anche di produzioni video, infatti, è la mente tecnica del noto tutorial, “Materchef” curato dalla nostra amica, Serena Fragasso. Si tratta del giovanissimo, Emanuele Taccardi. Ricordiamo che ha vinto il concorso indetto dalla Consulta Comunale dei giovani, #scattail2luglio, con lo scatto più bello, raffigurante un bacio reale avvenuto tra una coppia materana il 2 luglio sul carro trionfale. Ringraziamo Emanuele per la disponibilità dimostrataci.

Ciao Emanuele, ci spieghi come è nata la tua passione per la fotografia?

Ciao Massimo e grazie per questa intervista, la mia passione per la fotografia è iniziata da bambino, mi affascinava il mondo delle reflex a rullino e le varie attrezzature come ottiche, flash ecc.. La mia vita è cambiata quando ho ricevuto al mio 18esimo compleanno una reflex digitale. E con la voglia di imparare a capire il funzionamento in manuale, ho iniziato uno studio molto meticoloso consultando libri, professionisti e ricerche su internet seguite dallo studio di luci, varie tecniche fotografiche e post-produzione. Più studiavo e più cresceva in me la voglia di ampliare la mia attrezzatura fotografica avvicinandomi sempre più al mondo professionistico. Grazie ad importanti collaborazioni, ho avuto modo di fare esperienza in molti campi della fotografia.

Ti occupi anche di produzioni video, musicali e non. Conosciamo la rubrica Materchef, curata tecnicamente da te. Da cosa è nata questa esperienza? 

Tutto è iniziato quando una mia vecchia amica, Serena Fragasso, mi ha contattato per propormi un progetto che ho subito accettato. È un’iniziativa made in Matera, ha lo scopo di riportare alla luce tutte le ricette tipiche di Matera e dintorni, mettendo in risalto le curiosità locali. L’idea di Serena parte con un video sempre realizzato da me che lancia un messaggio forte ai giovani “cervelli in fuga” invitandoli a non partire per cercare lavoro in altri paesi, ma di valorizzare il territorio materano, in questo caso rappresentato da Serena che racconta la sua passione per gli alimenti e i prodotti tipici Locali. I video-tutorial culinari seguono ogni due settimane con ricette tradizionali.

Credi che la fotografia possa diventare un mestiere solido in un territorio difficile come quello materano? 

Il territorio materano è molto difficile, un mestiere solido qui è difficile da raggiungere perché molti degli sbocchi lavorativi più importanti si trovano al di fuori della Basilicata. Matera è una piazza importante, meta turistica internazionale, ma ciò non basta, bisogna creare più scuole o accademie per spronare la gente non solo a visitare Matera come capitale della cultura, ma anche come strutture nazionali in modo da favorire l’istruzione a “casa nostra”. Al giorno d’oggi ci vuole molto tempo, molta fatica e molti sacrifici per cercare di creare un posto stabile, ma ho piena fiducia nei materani e penso che fino al 2019 cresceremo sempre di più.

Cosa pensi dell’opportunità di Matera 2019?

Matera 2019 è un’opportunità che non va sottovalutata, sta avendo un aspetto davvero positivo sulla città, aumentando il turismo e favorendo l’economia interna nel medesimo settore. Dal punto di vista culturale le differenze sono evidenti: ci sono più iniziative, più progetti che coinvolgono i giovani che sono la speranza di questa città. Io per primo credo molto in Matera, mi farebbe male allontanarmi dalla mia terra, è una città meravigliosa e piena di posti da visitare e da scoprire,  gli stessi Sassi sono invidiati da tutto il mondo. È un’occasione che va assolutamente sfruttata.

Progetti futuri? 

Non ho progetti specifici per la mia vita, ma mi sto impegnando al massimo per cercare di creare qualcosa di unico e innovativo nella mia città sia dal punto di vista fotografico che video. Anche se in Italia ci sono molte occasioni lavorative, molti sbocchi, voglio restare qui per cercare nel mio piccolo di incentivare i giovani a dare tutta la propria creatività a questa città che si merita di essere vissuta a pieno da giovani talentuosi.

 

Matera Inside

 

Loading Facebook Comments ...