Il Dossier di Matera 2019 – Riflessioni e Connessioni

Il Dossier di Matera 2019 – Riflessioni e Connessioni

Amici di Matera Inside, benvenuti al settimo di alcuni appuntamenti in cui il protagonista assoluto è il dossier di candidatura di Matera 2019.

Oggi snoccioliamo l’ultimo dei 5 temi che sono alla base del progetto di Matera 2019: “Riflessioni e Connessioni“.

L’uomo del terzo millennio, così preso dal ritmo frenetico della vita quotidiana, sembra aver perso la capacità di fermarsi per riflettere. Il sud Italia, tra le tante peculiarità, è uno dei pochi posti in Europa ancora in parte scandito da quella lentezza da molti criticata, che però se saputa cogliere nel giusto modo è uno dei valori più preziosi per l’essere umano. E’ da questo presupposto che prendono vita i progetti di questo tema del dossier, di cui noi ve ne abbiamo selezionato alcuni:

  • Il Rinascimento riletto: consisterà in una grande mostra, curata dalla Soprintendenza dei beni storici, artistici ed etnoantropologici della Basilicata e dall’Università degli Studi della Basilicata, sul rapporto delle regioni Basilicata e Puglia con il Rinascimento. La mostra, che sarà allestita nel 2019 nel Palazzo Lanfranchi, sarà il culmine di un periodo di studio interdisciplinare in cui saranno raccolti tutti gli studi già effettuati e sarà avviato un lavoro di ricerca per dare il giusto risalto ad un periodo storico che nelle nostre regioni è ancora poco studiato. Contestualmente alla mostra nella città dei Sassi, ne sarà inaugurata una “gemella” a Lecce, a cura della Soprintendenza pugliese e dell’Università del Salento;
  • L’osservatorio dell’Antropocene: da un secolo a questa parte l’uomo ha inciso così tanto nei cambiementi riguardanti il clima, la biosfera, la biodiversità che gli storici non esitano a definire l’epoca in cui stiamo vivendo “l’Antropocene“. Tale progetto ha come obiettivo quello di ricostruire questa teoria, attraverso dibattiti, seminari, documenti, fotografie ed uno spazio dedicato al museo I-DEA, uno dei due pilastri del dossier assieme all’Open Design School. Questo progetto ha una elevata valenza scientifica nella città dei Sassi, dove per secoli l’uomo ha vissuto senza impattare sull’ambiente;
  • Abitare l’Opera: grazie ad una collaborazione tra la Fondazione Matera-Basilicata 2019 e la Fondazione Teatro di San Carlo di Napoli (il più antico d’Europa), il teatro napoletano realizzerà nella città dei Sassi la prima rappresentazione all’aperto della Cavalleria Rusticana diretta dal regista Pippo Delbono, che avrà luogo nei Rioni Sassi. Il progetto prevede, inoltre, la partecipazione di dieci teatri europei, i cui artisti dormiranno nelle case dei cittadini materani in una sorta di residenza artistica a scala cittadina.

Fabio Rizzi per Matera Inside

Loading Facebook Comments ...