Il Dossier di Matera 2019 – la Cerimonia di Chiusura

Il Dossier di Matera 2019 – la Cerimonia di Chiusura

Amici di Matera Inside, benvenuti all’ottavo di alcuni appuntamenti in cui il protagonista assoluto è il dossier di candidatura di Matera 2019.

Come tutti i grandi eventi, anche l’anno di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 si chiuderà ufficialmente il 20 Dicembre 2019 con una cerimonia di chiusura (per tutte le informazioni sulla cerimonia di apertura invece vi invitiamo a cliccare qui); seguendo lo spirito che anima il dossier, però, tale avvenimento non avrà come fine quello di essere sfarzoso, ma quello di essere denso di significato.

La cerimonia di chiusura di Matera 2019, infatti, non durerà una sola sera, ma tutta la settimana conclusiva dell’anno da Capitale Europea della Cultura: in tale frangente, sul fondo della Gravina (che fungerà da cassa di risonanza naturale) sarà installata una piattaforma, progettata dall’artista Pedro Reyes in collaborazione con l’Open Design School, che eseguirà per tutta la settimana un brano eseguito su campane tibetane e preparato dagli studenti del Conservatorio Duni e da Jem Finer. Quest’ultimo è stato il compositore del celebre brano Longplayer, la cui esecuzione è iniziata a mezzanotte del 1 Gennaio 2000 e terminerà l’ultimo istante del 31 Dicembre 2999.

Si, avete letto bene: 2999. Longplayer, infatti, è un brano diverso dagli altri, in quanto, essendo eseguito ininterrottamente per un millennio, ha come fine quello di rappresentare la fluidità e l’elasticità del tempo; avere per una settimana intera Longplayer a Matera permetterà agli abitanti culturali e ai cittadini temporanei di percepire il tempo anche attraverso l’udito, amplificando l’esperienza che la città dei Sassi già offre con la vista ed il tatto dei numerosi siti rupestri che da millenni resistono imperituri.

Di seguito vi riportiamo il trafiletto del dossier di Matera 2019 dedicato a tale argomento:

Fabio Rizzi per Matera Inside

Loading Facebook Comments ...