Il Dossier di Matera 2019 – Continuità e Rotture

Il Dossier di Matera 2019 – Continuità e Rotture

Amici di Matera Inside, benvenuti al quarto di alcuni appuntamenti in cui il protagonista assoluto è il dossier di candidatura di Matera 2019.

Oggi snoccioliamo uno dei 5 temi che sono alla base del progetto di Matera 2019: “Continuità e Rotture“.

Questo tema si fonda sul presupposto che dall’analisi della vergogna (che ha fatto capolino sia nella storia di Matera che in quella di tutta l’Europa) possa scaturire un qualcosa di positivo, una sorta di ottimismo verso il futuro, che non potrà mai essere migliore se si perde memoria di ciò che è stato.

Nel percorso che culminerà con il 2019 (e che continuerà oltre) saranno tanti i progetti inerenti questo fantastico ed intrigante tema; eccone alcuni:

  • La più bella delle vergogne: come il grande Pier Paolo Pasolini accese una miccia negli abitanti della città dei Sassi nella consapevolezza dei luoghi in cui vivevano, così Matera, attraverso il teatro, la danza ed altre forme contemporanee, cercherà di accendere una miccia nel cuore degli europei in relazione a temi strettamente correlati con la vergogna come lo sbarco dei clandestini, i suicidi degli omosessuali, la violenza sulle donne.
  • Cats, Eyes and Sirens: è un programma ideato dall’autrice francese Françoise Bastide e dal filosofo italiano Paolo Fabbri; l’inquinamento ambientale dell’ultimo secolo, di cui l’uomo è l’unico responsabile, ha lasciato in eredità alle generazioni future una Terra assai diversa di quella in cui hanno usufruito le passate generazioni, eredità che consiste anche nella moltitudine di rifiuti ed inquinanti che per completare la biodegradazione necessiteranno di un tempo pari a quello della storia della città di Matera (considerata una delle più antiche al mondo). Chi meglio dei miti e delle fiabe potranno mettere in guardia le generazioni future dai pericoli disseminati nell’ambiente dall’uomo?
  • Matera 3019: nasce da una costola del progetto Cats, Eyes and Sirens, e vede come protagonisti, chiamati a scrivere storie, produrre filmati e registrare messaggi sul tema della consapevolezza e dell’inquinamento ambientale. Il materiale prodotto dai bambini di tutta Europa, unito a quello dei pargoli lucani, sarà seppellito nella città dei Sassi con una chiara indicazione di disseppellirlo nel 3019;
  • Future Digs: prevede delle riunioni di quattro grandi guppi di esperti nelle discipline più disparate, come la medicina, tema centrale di uno di questi incontri svoltosi lo scorso anno e che ha visto ospite nella città dei Sassi il meraviglioso progetto NanoGagliato.

Fabio Rizzi per Matera Inside

Loading Facebook Comments ...