Il Carnevale di Aliano: mito e tradizione

Il Carnevale di Aliano: mito e tradizione

Aliano è il paese dei calanchi,grandi colline caratterizzate da profondi solchi che avvolgono il borgo in un paesaggio lunare. In questo luogo incantevole e incantato si ripete un rito antico e suggestivo: il Carnevale di Aliano.

Scriveva Carlo Levi nel Cristo si è fermato ad Eboli:

Venivano a grandi salti,e urlavano come animali inferociti, esaltandosi delle loro stesse grida. Erano le maschere contadine. Portavano in mano delle pelli di pecora secche arrotolate come bastoni,e le bandivano minacciosi, e battevano con esse sulla schiena e sul capo tutti quelli ch non si scansavano in tempo…

E’ un carnevale che non ti aspetti e ti coinvolge per la forza e il sentimento profuso dai suoi protagonisti: gli abitanti di Aliano. Le maschere cornute costruite con le sapienti mani degli artigiani, i coloratissimi cappelli che cercano di smorzare le maschere che a volte appaiono minacciose sfilano per le strade del paese accompagnate dalla musica delle fisarmoniche e della cupa cupa.

L’origine del carnevale di Aliano si perde nella notte dei tempi, ma probabilmente è nato come rito di esorcismo verso il male. Le maschere più caratteristiche sono le “cornute“, le “demoniache” e le “spettrali“. Raffigurano creature diaboliche e grottesche dai significati magici che si perdono nell’origine stessa del Carnevale: sono maschere uniche, non è possibile trovarne altrove a testimonianza di una tradizione che ad Aliano si è conservata intatta.

La tradizione carnevalesca alianese prevede che gruppi di giovani percorrano il paese armati di ciuccigno, una sorta di manganello flessibile, indossando i classici mutandoni invernali (“i cauzenitt”)  ed una grossa maschera composta di argilla e cartapesta, sormontata da un gran numero di penne di gallo, dalla cui parte frontale spuntano corna assai pronunciate e lunghi nasi pendenti.

L’ultima domenica di Carnevale, inoltre, nella piazza del paese, si tiene la “frase“, una rappresentazione sarcastica in cui si fa riferimento a fatti e personaggi della realtà locale.

Immagine in evidenza: le maschere “cornute” di Aliano (fonte: Basilicata Turistica)

Antonella Pierro e Fabio Rizzi per Matera Inside

Loading Facebook Comments ...