Biblioteca “T. Stigliani” di Matera: NON deve chiudere !!

Biblioteca “T. Stigliani” di Matera: NON deve chiudere !!

L’indignazione dell’ultimo minuto è la notizia che sta correndo per le strade di Matera: la sospensione del servizio della Biblioteca T. Stigliani. C’è fermento sui social, tra i giovani; s’indignano i ragazzi e gli studenti che quotidianamente usufruiscono di un Bene come quello dei 130.000 volumi appartenenti al Fondo moderno, delle 1200 Testate del Fondo periodici e dei 30.000 volumi del Fondo antico, che comprende anche pergamene e un documento, il più antico, risalente al 1370. È un effetto della Legge Delrio, quella che prevede il ridimensionamento delle province; conseguenza di ciò, sarà la possibilità di garantire l’apertura e il normale svolgimento dell’attività della Biblioteca, soltanto fino al 31 marzo 2015.
E pensare che la nostra Repubblica dovrebbe promuovere, secondo l’Art. 9 della nostra Costituzione, “lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica”.
La notizia che ci è arrivata in queste ore è davvero sconcertante. E lo diventa ancora di più, ma non soltanto per questo, se si pensa che Matera è fresca vincitrice del titolo Capitale Europea della Cultura per il 2019. A poco più di tre mesi da questa nomina così prestigiosa, ora diventa protagonista di un avvenimento orribile. Come può la Capitale Europea della Cultura permettere la chiusura di un suo patrimonio culturale? È per questo che ci si indigna, giustamente. È proprio per questa nomina che la probabile sospensione del servizio diventa ancora più vergognosa. Rappresentare l’Italia in Europa, con il titolo di Capitale della Cultura, rende questa notizia davvero inaccettabile. È certo pero, che avrebbe dell’incredibile anche se Matera non avesse vinto il titolo di Capitale.
Dispiace tanto. Con la vittoria di Matera 2019, tutti abbiamo creduto nello slogan Open Future che ci prometteva di guardare lo spiraglio di un futuro aperto a nuove possibilità. Ma quale futuro senza che si investa nella cultura?
In una situazione del genere, i cittadini non possono rimanere fermi. Non si può essere impassibili dinanzi ad una sconfitta umiliante del genere. Abbiamo sostenuto l’intero progetto Matera2019, abbiamo sperato, gioito e ci abbiamo messo il cuore. E ora? Che senso ha avuto l’intero percorso se poi non riusciamo a tutelare e a difendere un nostro patrimonio che è insieme storico, artistico e culturale?

Staff Materainside

Loading Facebook Comments ...